Italia spellata viva

Finalmente l’ometto detto il “bomba” per le spacconate che nel passato ha promesso, ha buttato la maschera. Fin dalla sua venuta l’ho sempre considerato un incapace, arrogante galletto, culturalmente squallido e moralmente peggio. Oggi dopo aver distrutto il paese e la sinistra pensa di raccogliere attorno a lui la parte moderata del paese, finirà per raccogliere speculatori finanziari, parassiti, avventurieri.

Annunci

Via i barbari

Oggi c’è festa

i barbari sono stati cacciati.

Finalmente si faranno leggi giuste,

con tanto di pergamena per tutti

si traccia il futuro benessere.

A vederli i nuovi Consoli 

vestiti in pompa magna

si conferiscono incarichi e titoli

si pavoneggiano in somma eloquenza.

Tutto è in ordine e giusto,

i barbari sconfitti.

I vincitori già promettono

apriremo porte e finestre

nuova Italia senza despota.

Ora che i barbari se ne son andati

del vanto democratico si vedrà la pochezza.

PD ama Benetton e Autostrade non certo gli italiani

Appena fatto il nuovo governo e subito il PD ha dimostrato il suo amore per Autostrade spa. Questo partito vuole mantenere la concessione con Autostrade nonostante il disastro del ponte di Genova.

Difatti le azioni di Autostrade appena formato il governo hanno avuto un aumento.

Le lobby finanziarie speculative sono protette da questo partito che per la quarta volta pur perdendo le elezioni va al governo in barba a qualsiasi pronunciamento del popolo italiano.

Il PD è il partito più antidemocratico, stalinista e corrotto del nostro paese e già le prime mosse di questo governo lo fanno capire.

La parola

La parola abdicò al silenzio

l’aria tremula s’acquietò

l’ombra ebbe dubbi senza confini

suonarono i tamburi muti 

scivolò la zattera dell’orgoglio

dentro scavò il vacuo 

rifugio del non senso

pensando scrisse il nulla

l’istante sperato e temuto

si diresse all’orizzonte

il volgere del tempo

contrabbandò la vita