Da ragazzo

CentraRenato Guttuso – nudo di donna



Da ragazzo

mi arrampicavo

cercando l’orizzonte,

se si ama si vuole

sempre l’infinito.

E’ giugno e

cerco il tramonto,

l’istante in cui

il demone afferra

il cielo e la terra.

Poi, la sera

invita la notte,

il suono del silenzio,

appoggiato

al davanzale della vita

vivo il tempo,

mi par allora

di ascoltare la tua voce,

è corda di violino

mi racconta di te.

Danzano gli dei

nei campi di luna,

domani il sole sarà

alto tra i filari

della vita.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...