Goliarda Sapienza

Spesso leggo, ma volutamente sono restio a consigliare letture. Stavolta però è stato un immenso privilegio per me leggere ” L’arte della gioia” di Goliarda Sapienza, ecco perché non posso fare a meno di invitare alla lettura di questo particolare e intenso romanzo.

Goliarda Sapienza nasce nel 1924 a Catania, a 16 anni la troviamo all’Accademia d’arte drammatica di Roma. Si dedicherà a figure del teatro pirandelliano, poi lavorerà con registi come L. Visconti, A. Blasetti, F. Maselli. Infine abbandonerà le scene per dedicarsi interamente alla letteratura. Negli ultimi anni della sua vita sarà docente presso il centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Morirà in circostanze misteriose a Gaeta nel 1996.

I suoi lavori più importanti:

– Il filo di mezzogiorno

– Le certezze del dubbio

– Dentro coatto

– L’università di Rebibbia

– L’arte della gioia

Il romanzo ” L’arte della gioia” è la sua opera più importante, nelle pagine ci sono idee che rompono schemi consolidati, concetti di vita reale che toccano nel profondo l’individuo, che demoliscono consuetudini sociali, sessuali, religiose; è un continuo stimolo alla vita, ”alla gioia di vivere”, un vivere indipendente, libero da pregiudizi e giudizi, una gioia matura, intima che scuote la vita nel suo trascorrere tra tragedie, drammi, sogni e felicità. E’ la storia di una coscienza matura (e di un corpo), è la storia di Modesta, donna libera che con coerenza vive mille possibili varianti della vita, che attraversa il Novecento secolo di tragedie orribili ma anche d’ingegno altissimo. Una donna troppo avanti, troppo in anticipo, troppo indipendente e lucida nei giudizi per essere compresa appieno e accettata.

Goliarda non vedrà mai l’uscita del suo romanzo, molti editori rifiutarono quel suo manoscritto a cui aveva dedicato se stessa. I temi troppo scottanti, da lei toccati con delicatezza, coerenza e grande intellettualità, erano poco appetibili per una editoria perbenista e genuflessa all’ipocrisia. Solo dopo la sua morte, suo marito Angelo Maria Pellegrino riuscirà a farlo stampare da Stampa alternativa. Bisognerà aspettare fino al 2005 per far si che il suo libro possa uscire dall’ombra con la sua pubblicazione in Germania e in Francia. In questo paese diventerà un vero e proprio caso letterario, di riflesso questo permetterà anche agli italiani di leggere e conoscere l’opera di Goliarda fino allora quasi dimenticata.

Annunci

3 risposte a "Goliarda Sapienza"

  1. Accidenti…
    Sulfureo, tu si che sai farle le sorprese! ^.^
    Se avessi visto la mia espressione incredula… saresti scoppiato a ridere.
    Vabbè, volevo dirti che io seguo spesso i tuoi consigli, sia per le letture che per la musica.
    Leggerò anche L’Arte della Gioia.
    Ti lascio un abbraccio.
    Nair

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...