Amo Giugno

Immobile l’aria arde la terra

giocano tra covoni le allodole

esausto dorme il lago al sole

le tue mani tra le mie

cercano il canto di spighe

Amo giugno

 il gusto del grano

l’odore forte del caldo

 i campi stremati orfani d’ombra

amo i tuoi baci erranti

che bruciano la bocca

vivo questa terra

che ha tue sembianze

 

Annunci

Assioma d’amore

Tra stridi di storni

rincorro la sera, ricucendo

brandelli d’io

con fili di silenzio.

Sospeso, ancora, è il giorno

le colline, quasi girasoli,

inseguono il sole.

Cara amica , l’innocenza

non ha peccati ai tuoi occhi,

lascio nel giaciglio di lino

l’argine del pudore,

il mio corpo ha la quiete

delle tue sottili dita.

 

Mutevole sposa, svapori

come purezza dissolta.

Assioma d’amore

è la notte di San Giovanni

io annegherò a sensi sciolti

tra i tuoi capricci,

già il respiro dei fiordalisi

zirla come tordo.