L’inverno del silenzio

pioggia2

Sto ore giorni solo 
con la pioggia nello stomaco 
in balia di orli che fanno groppo 
Nell’inverno del silenzio 
ho il crocchiare di sillabe incomprese 
la fuga di parole vane 
finalmente un sogno 
la bellezza di una parola muta 
pensata e mai detta 
e gli occhi del dolore  
hanno ora la tenerezza
di un bacio rubato