Estate mia

t_21e88661immagini.4ever.eu-campo-di-grano-tramonto-nuvole-scia-di-condensazione-161359

I giorni d’estate mi ricordano

il sole, noi due e il lago assopito.

Giugno, è ciò che sei,

nel giorno di San Giovanni,

in punta di piedi

percorro il solito sentiero

con la voce nell’arida arsura.

Tu mi ricordi l’odore di fieno

il sudore della carne

asciugato nella pula del grano.

Posami le tue mani morbide

sulla mia stanchezza

Il crepuscolo soffice si scioglie

nel caldo di spighe come

i sogni tra le tue braccia

Io indugio, posato sul ramo

dell’assenza, senza orgoglio,

ti bacio con innocenza.

Mai nulla ti chiesi

nemmeno di volermi bene

solo il saperti vicina

mi fa star bene.

I miei anni son scivolati

leggeri verso di te

in questo solstizio

tutto mi prende le vene

sei tu la mia estate

Annunci