Il Mito di Sisifo

A. Camus

Tra tutte le opere di Albert Camus, Il Mito di Sisifo, un breve saggio, è quello che mi appassiona di più, più volte l’ho letto e ogni volta mi lascia e mi induce ad una riflessione sempre più profonda e intima.

Nel “Il mito di Sisifo” c’è l’essenza del pensiero di Camus: vivere con lucidità, sentire il proprio esistere, essere coscienti della propria libertà e della propria rivolta, possedere “un’anima continuamente cosciente”. La coscienza si contrappone all’assurdo, ma non lo cancella, come appunto avviene nel mito che dà il titolo al saggio.

Un mito crudele, perché Sisifo è condannato a issare sulla cima di un monte un’enorme pietra che, appena raggiunta la vetta, di nuovo precipita: questo mito è tragico perché il suo eroe è cosciente. Dove starebbe infatti la sua pena, se ad ogni passo lo sostenesse la speranza di riuscire? Sisifo sa che non ce la farà. Egli è inerme, ma in rivolta, conosce perfettamente la sua miserabile condizione ma non rifiuta il proprio destino. Sisifo è un condannato libero, perché, scrive Camus, “Non c’è destino che non si vinca con il disprezzo”.

Nel cammino crudele di Sisifo – che è il cammino di tutti gli uomini – vi è un destino personale, fatto di dolore, ma anche di gioia, perché “non v’è sole senza ombra, e bisogna conoscere la notte”. Il concetto del Sisifo felice (“bisogna immaginare Sisifo felice”) conclusivo del saggio è emblematico e sarà poi sviluppato sia nel romanzo La peste sia nel L’uomo in rivolta.

L’assurdo di Camus nasce dal rapporto tra l’uomo e il mondo, tra le esigenze ragionevoli dell’uomo e l’irrazionalità del mondo. Camus incarna la tradizione del pensiero libero, indipendente, autonomo, padrone di sé, un uomo che non dipende dalle tribù ideologiche, che non deve niente a nessuno, che si è costruito da solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...