Dietro le foglie dei sogni

Un urlo strozzato in gola

trattenuto a stento,

presto si libererà.

Non parole, qualcosa

tra rabbia e speranza.

Urlo urlato dentro

ha il gusto del silenzio

il rumore dell’assenza.

Nel cristallo della notte

il buio trasfigurò,

le parole ripresero senso.

Il lago ammutolito

dietro le foglie dei sogni

l’odore dell’infinito.

La caducità ci richiama

l’acqua dell’inquietudine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...