Gli innocenti Guerrafondai d’occidente

NATO Secretary General Jens Stoltenberg, center front left, U.S. President Joe Biden, center front, and British Prime Minister Boris Johnson, front right, pose during a group photo during an extraordinary NATO summit at NATO headquarters in Brussels, Thursday, March 24, 2022. As the war in Ukraine grinds into a second month, President Joe Biden and Western allies are gathering to chart a path to ramp up pressure on Russian President Vladimir Putin while tending to the economic and security fallout that’s spreading across Europe and the world. (AP Photo/Thibault Camus)

Da almeno 3 decenni stanno cercando di isolare e provocare la Russia. Non hanno rispettato nessun accordo come quello di non ampliare la Nato nell’est Europa, nel 2017 gli USA hanno unilateralmente lasciato il trattato di diminuzione degli armamenti sottoscritto da Gorbaciov e Reagan.

Dal 2014 hanno prima favorito e finanziato un colpo di stato in Ucraina, messo fuori legge e perseguitato le popolazioni ucraine di etnia russa, non hanno minimamente realizzato gli accordi di Minsk e oggi si fanno paladini di pace.

Questi innocenti guerrafondai d’occidente sono gli stessi che hanno portato la NATO ad operare come polizia mondiale al servizio degli interessi USA nel mondo, hanno fatto guerre ovunque e portato distruzione in intere nazioni.

Quando la propaganda politica dei paesi che si definiscono democratici diventa ipocrisia e menzogna

Il discorso del Presidente del Consiglio Draghi in Parlamento sulla questione della guerra in Ucraina è stato vergognoso, di una povertà politica e ideale da far rabbrividire. Una totale incapacità di fare un minimo di analisi delle cause vere che hanno portato a questa guerra. E’ stato un susseguirsi di banalità politiche, un servilismo politico inchinato alle più arretrate posizioni dell’oltranzismo atlantico, fino alla vergognosa scelta di inviare armi all’Ucraina. Mai nessuna guerra è stata fermata inviando armi. In questa fase drammatica di belligeranza serve riaprire i canali diplomatici, occorre esplorare qualsiasi possibilità di dialogo per arrivare ad un cessate il fuoco e ad un accordo tra le parti, invece il discorso di Draghi non fa che acuire lo scontro e certamente non produrrà pace. Ha dimostrato di essere inadeguato di avere scarse capacità politiche, di essere solo un diligente servo delle posizioni USA, che dopo aver alimentato le cause di guerra oggi hanno interesse a farla continuare sulla pelle e il sacrificio della popolazione ucraina. Nel discorso di Draghi non c’è un minimo di apertura e prospettiva di come uscire da questo dramma, senza capire che proprio in queste ore serve autorevolezza e autonomia decisionale, non basta avere competenze finanziare per ergersi a figura istituzionale e politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: