La bellezza dei colori

Schermata 2014-06-24 alle 00.01.21

Com’è difficile sedersi

accanto alla tua bellezza

mentre m’afferri per gioco

inciampo nel tuo corpo

tra le rughe della pelle

Una bellezza fragile

di una parola sussurrata

della voce del silenzio

Una bellezza leggera

del lago e delle onde

dell’alba e del tramonto

Dal vuoto arranca l’istinto

afferro i tuoi fianchi

la bellezza dei colori

mi sarchia la mente

M’accogli uccidendo

il mio eccesso d’orgoglio

la bellezza è l’urlo dell’eros

Annunci

L’inverno del silenzio

pioggia2

Sto ore giorni

solo

con la pioggia nello stomaco

in balia di orli

che fanno groppo

Nell’inverno del silenzio

ho il crocchiare

di sillabe incomprese

la fuga di parole vane

finalmente un sogno

la bellezza di una parola muta

pensata e mai detta

e gli occhi del dolore

hanno ora la tenerezza

di un bacio rubato

Quale poesia

0007082

Goccia tenera

bacio nell’arida terra

nacque nel tempo

l’helleborus verità

dai petali bianchi

Selene gioì

al dolce sonno di Endimione

il desiderio mio

corse nella valle

tra vesti nude

vidi il tuo corpo

godetti della tua poesia

i tuoi occhi mai dimenticati

oggi nulla mi turba

se non la tua voce

che mi travolge la pelle

di notte ritorni

le carni trasalgono

Tu lo sai

quale poesia

amo della vita

La voce del lago

pista_ciclabile_lago_di_varese_gavirate

la voce del lago

uccisa dall’eco

l’illusione annegata 

negli occhi

la sete suicida

nella bocca del buio

il silenzio galoppa

sul corpo arreso

tienimi  invoco

tra le tue labbra chiuse

l’onda spezza il domani

vacilla il cielo 

sono acqua 

per il tuo mare

Sei dolce e pungente

"La Valse" by Camille Claudel

Sei dolce e pungente

sei tu, irrequieta

a occhi sgranati,

bocciolo di diavolo

non mi attendi.

Un po’ Andromeda,

un po’ Salomè,

anima nuda con il sapore

profano sulle labbra.

Narcisa scabrosa,

ti guardo, pigiato,

tra nebbie di desideri.

Donna, donna mia

ora so chi sei

sei tu

così come ti vedo