La sera


La sera, lungo il lago,
ha i tuoi passi scanditi, 
ritmati di innocente peccato. 
La luna, la tua eleganza, 
è un timido pudore 
dal cuore agitato.
Sei qui nel caldo giugno,
il nostro letto è un campo di grano, 
s’arriccia l’inguine, urlano le spighe. 
La sera è viva e solo 
noi capiamo il litigare di storni. 
Domani ancora sole
la voglia ci ruberà baci. 


In the evening, along the lake,
has your steps marked,
rhythm of innocent sin.
The moon, your elegance,
it is a shy modesty
with a troubled heart.
You’re here in hot June,
our bed is a cornfield,
the groin curls, the ears scream.
The evening is alive and alone
we understand the quarrel of starlings.
Still sun tomorrow
the desire will steal kisses from us.

6 pensieri riguardo “La sera”

  1. Concordo in pieno con la mia amica Daniela, questa poesia è un capolavoro. Sono sempre più orgoglioso di essere da tempo un tuo follower.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...